Cerca
Close this search box.
4 Marzo 2024

Storie di uomini, donne, montagne, mare

A CAMERA - Centro Italiano per la Fotografia a Torino fino al 14 aprile si svolge la mostra “Michele Pellegrino. Fotografie 1967-2023”. Cinquanta immagini attraverso cui è possibile scoprire la passione di Michele Pellegrino per la sua terra e la fotografia. Vi consiglio di visitarla
CONDIVIDI SU
Facebook
Twitter
WhatsApp

Michele Pellegrino è il fotografo della fatica, del silenzio e delle nuvole.

Michele Pellegrino è il fotografo della montagna e delle sue genti.

«Il mio tempo sta finendo ma anche quello dei paesaggi che ho conosciuto. Mi ricordo che andavo in montagna e c’era tanta di quella neve che ci si perdeva dentro, oggi è pochissima e d’estate è una pietraia che frana. Non riconosco più il paesaggio con cui sono cresciuto».

In quest’epoca in cui domina l’attimo presente, Michele segue il passo con cui ha camminato tutta la vita: non ha fretta, non corre, non insegue l’istante che un secondo dopo è già dimenticato. E in questa pazienza, in questa attesa, in questo mistero si può ancora trovare – direbbe il poeta Franco Arminio – il senso del sacro.

Insieme a Michele Pellegrino 

La prima volta che ho incontrato Michele Pellegrino era la vigilia del suo 89esimo compleanno, un sabato mattina. Era contento di raccontare la sua storia ma un po’ dispiaciuto perché quello solitamente è il giorno in cui fa il pane. L’ho ascoltato per quasi tre ore e mi ha trasmesso così tanta passione che salutandolo ho pensato che con la sua energia potrebbe accendere le luci di tutto il paese. Ho raccontato il nostro incontro su questa newsletter (la trovate qui). 

Michele è convinto che la fotografia debba far vedere le cose che in genere nessuno guarda, deve spostare lo sguardo. E poi deve raccontare. «Una bella foto la può fare chiunque ma la differenza è mettere un po’ di foto insieme che raccontino una storia, che illuminino una vicenda umana. Ho lavorato più di otto anni per fare le clausure, suore, frati, eremiti, un lavoro unico e difficilissimo. Un’esperienza totale. Ho conosciuto di tutto e ho perso la fede».

© Michele Pellegrino

In questi mesi a Torino, fino al 14 aprile, CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia rende omaggio alla fotografia di Michele Pellegrino attraverso una mostra antologica di cinquanta immagini che raccontano la passione e l’amore di Michele per la sua terra e la fotografia. 

Se ne avete modo e tempo vi consiglio di visitarla. 

Altre/Mostre

Ci sono altre storie da raccontare su questo stesso tema.

Il mio amico Gianni

La cultura è più forte del virus

Il senso di Gianluca per la neve

Anche solo in una fotografia

Ci sono altre storie
da raccontare

Iscriviti alla mia newsletter per riceverle in anteprima  e gratuitamente ogni settimana

I tuoi interessi: cosa segui?

Sei più interessato al passato o al futuro?

ISCRIVITI/NEWSLETTER

Iscriviti alla mia newsletter per ricevere storie come questa in anteprima. ☕️ Ogni venerdì mattina, in tempo per il caffé.